Recensione: Black Widow ARTFX Premiere di Kotobukiya

Recensione: Black Widow ARTFX Premiere di Kotobukiya

11 Agosto 2020 0 Di Andrea Battaglia

Un nuovo personaggio femminile, Black Widow, si aggiunge alla linea ARTFX Premiere di Kotobukiya che andiamo ad analizzare.

Anche se appartenente alla linea ARTFX Premiere notiamo come la confezione sia diversa dalle precedenti. Infatti la scatola è di un colore scuro solamente con il logo di Black Widow in colore rosso.

Nella confezione troviamo il classico blister dove sono presenti le varie parti che compongono la figure.

Sono ben 7 (parte superiore ed inferiore del corpo, la testa, due manganelli, la base ed una targhetta che mostra in numero della figure.

Una volta assemblata la figure è alta circa 21cm essendo in scala 1:10.

Anche se abbiamo notato delle differenze con le precedenti uscite e non solo nella confezione ma anche nella card che è diventata un cartoncino con scritto il numero di produzione i dettagli ed il paint rimangono allo stesso livello delle precedenti uscite.

Natasha Romanoff (in arte Black Widow) è rappresentata nella sua classica tuta nere mentre scende una scalinata con le braccia aperte che impugnano i suoi mangenelli elettrici che si incastrano nelle mani con estrema facilità.

Il viso colpisce per la sua bellezza che viene risaltata dagli occhi e dalla bocca che risaltano con i capelli rossi. Ma colpiscono anche i vari dettagli presenti nella tuta, dalla cintura e bracciali color oro fino al dettaglio della zip.

La posa è semidinamica, infatti vediamo Black Widow scendere da una scalinata a braccia aperte mentre impugna i suoi fidati manganelli elettrici.

Una figure che si inserisce perfettamente nella linea ARTFX Premiere andando così a completare il gruppo degli Avengers.

Disponibile nei negozi specializzati il suo prezzo di vendita è di circa 200€ in linea con gli altri personaggi della linea.