CGC®: arte o marketing?

CGC®: arte o marketing?

28 Maggio 2020 0 Di Arena Lorenzo

L’azienda CGC®(Certified Guaranty Company), è stata fondata nel 2000, alla scopo di gradare fumetti, poster di concerti e magazine. Ad oggi l’azienda ha graduato in tutto il mondo oltre 6 milioni di prodotti.

Gradazioni che, in alcuni casi, aumentano il valore commerciale del prodotto e nella maggior parte dei casi si parla di cifre da capogiro.
Il fumetto “Action Comics”#1, cioè la prima apparizione di Superman, è stato venduto a ben 3.207.852$. 

I materiali

Il fumetto è racchiuso in un contenitore di plastica trasparente che esalta il colore della copertina del fumetto. L’etichetta, che riporta i dettgli del fumetto, sono facile da leggere e riportano il titolo, l’editore, eventuali caratteristiche (come la firma in originale e chi l’ha effettuata) ed ovviamene ben in risalto la gradazione.

Il design del supporto utilizza una pressione precisa per bloccare il fumetto in posizione, e l’ologramma che afferma l’autenticità è stampato a caldo, incorporato nella plastica: tutto questo per una maggiore protezione.

Il supporto e l’etichetta CGC sono facili da applicare, il che semplifica l’intero processo di incapsulamento.

Il processo di grading

Viene spedito alla sede CGC, per poi essere affidato a dei professionisti, che indicheranno anche nell’etichetta finale il caso di un eventuale restauro, e finito il processo di grading lo rispediranno al mittente.

Il grado

Il grado di valutazione, va da 1 a 10; meno si va a toccare o sfogliare il fumetto, peggiore sarà il grado di valutazione.

Le labels

Le etichette sono tantissime… ma noi vi elenchiamo solamente le più importanti, ecco la lista.

Etichetta blu: quella universale, destinata principalmente per chi volesse soltanto farsi gradare il fumetto, senza una qualifica, o una considerazione speciale.

Etichetta oro: Questa è la più “rinomata”, infatti viene conferita solo attraverso delle precise procedure.

COSTI

Ovviamente tutto questo ha un costo che varia a seconda se siete in una fiera o dovete spedire il tutto alla sede della CGC.

Ad esempio nelle fiere se si acquista un fumetto e lo si vuole far “graduare” dalla CGC bisogna chiamare un giudice CGC e la firma da parte dell’autore deve essere fatta in sua persenza. Dopo tale operazione il fumetto lo prende in carico il giudice che successivamente lo spedirà a casa del cliente con la cover e tutte le etichette del caso..

Il valore effettivo

Dopo tutto questo, il fumetto aumenta di valore… beh ci sono molte variabili, come ad esempio: chi l’ha disegnato, chi l’ha firmato chi l’ha scritto, la storia, l’evento (l’apparizione, la morte o la nascita), l’occasione in cui è stato presentato (ad esempio una fiera internazionale).

D’accordo, ma il valore? Una domanda assai sottovalutata, dal momento che i privati in questo mercato fanno ciascuno il proprio prezzo, e la risposta più veritiera la danno le aste, in quanto ci sono esperti di fumetti e di mercato in grado di indicare il giusto prezzo.

Ora che vi abbiamo dato queste informazioni…. cosa ne pensate? Per voi è tutta una trovata commerciale presa al momento giusto e trasformata in una moda a livello mondiale, oppure un pezzo d’arte per i collezionisti più accaniti? Fateci sapere!