Recensione: Dante Cerberus di Tamashii Nations

0
725

Dante Cerberus fa parte della categoria dei Silver Saints ovvero i Cavalieri D’argento. Inviato dal Gran Sacerdote a uccidere i Bronze Saints per aver violato le regole del santuario affronta in battaglia Shun di Andromeda, ma è quest’ultimo ad avere la meglio riuscendo a sconfiggere il Saint.

Dante Cerberus

Box

Il box riprende la linea di quelle precedenti, l’unica differenza riguarda il logo del Tamashii Web Shop sul frontespizio della scatola, eh si, questa uscita come molte altre ultimamente fa parte di quei myth in edizione limitata che vengono distribuiti tramite il canale del Tamashii Web Shop (ma che per fortuna riesce in ogni caso ad arrivare anche dalle nostre parti del globo senza troppi problemi). I colori richiamano quella del myth nella sua versione argentata con la consueta immagine del personaggio in primo piano, quella del totem in secondo e uno showcase degli extra sul retro.

Blister

All’interno della box troviamo 3 blocchi di blister che ora andremo ad analizzare. Nel primo blister troveremo il personaggio principale di Dante e buona parte dell’armaura. Nel secondo blister troveremo l’object per costruire il totem, e le parti finali dell’armatura per il personaggio. Nel terzo e ultimo blister trovaremo 2 volti alternativi, la chioma secondaria per l’elmo, 2 volti alternativi le parti che andranno a costruire le 2 teste di cerbero per il totem e la palle chiodate in 2 versioni ( separate o unite con un’unica catena ).

Totem

Per assemblare il totem ci vogliono assolutamente le istruzioni alla mano per seguire tutti i passaggi, ma non abbiamo trovato nessuna difficoltà nell’assemblaggio visto che tutto si incastra perfettamente. L’unica nota negativa del totem l’abbiamo trovata nell’asssemblaggio delle 2 teste che andranno a posizionarsi sopra la schiena. In pratica bisogna prendere le 2 teste più piccole e inglobarle nelle 2 più grandi, l’assemblaggio all’inizio risulterà un pò complicato finchè non capirete la giusta maniera nel farlo. La cosa più semplice e logica sarebbe stata quella di inserire nella confezione le teste grandi e piccole da alternare a seconda dell’uso ma purtroppo per noi non è stato fatto così.

Figure versione manga

Figure versione anime

Bandai questa volta ha pensato bene di inserire nel modellino le parti per poter realizzare sia la versione manga che anime del personaggio.

La versione manga ha gli spuntoni nei polsi, l’armatura per i bicipiti e le 2 teste di cerbero sulla schiena (che invece nella versione anime andranno tolti).

Tornando al Myth non abbiamo trovato nessun genere di problema nel montaggio, abbiamo notato che questa volta i coprispalle vengono agganciati assieme sullo stesso perno e non separatemente come i vecchi myth. Una nota negativa che con questa soluzione i coprispalle tendono a saltare letteralmente quando decidiamo di posizionare la figure in qualche posa action, quindi bisogna prestare molta attenzione. Il volto è decisamente qualcosa di bruttino, in più hanno realizzato un volto alternativo con smorfia che è davvero qualcosa di raccrapicciante.

Le palle chiodate sono state realizzate in plastica ma bisogna stare un pò attenti perchè si rischia di farsi un pò male già cosi.

Conclusioni

In conclusione notiamo che il Myth è progettato come uno di vecchia generazione e ha tutti i difetti riguardanti i classic e non è stato progettato come la serie EX. La posabilità è molto limitata per via di pezzi che saltano in giro. Tuttavia per i collezionisti è un personaggio che non può mancare nella vostra bacheca, visto la grande richiesta dei Silver Saint tuttavia vi consigliamo di metterlo in vetrina e lascarlo in una posa classica che la sua figura la fa.

Voto Finale: Dante Cerberus 7/10

Il myth di Dante Cerberus è già disponibile presso i rivenditori ad un prezzo suggerito di 110.00 €.

Tamashii Nations è distribuita in italia da Cosmic Group 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here