Recensioni S.H. Figuarts Tamashii Nations

Recensione: Tenshinhan – S.H.Figuarts

File:Dragon Ball Z logo.png

Eccoci ad una nuova recensione dedicata a Dragonball Z e in particolare all’ultima uscita della linea S.H.Figuarts di Bandai, ovvero Tenshinhan (o Tensing, com’è conosciuto nel doppiaggio italiano).

Tenshinhan e alla sua prima incarnazione come action figure della linea e, assieme ai recenti Yamcha e  Nappa, porta una bella ventata di aria fresca per i collezionisti di Dragonball che finalmente possono arricchire la schiera dei personaggi classici, dopo le tante rivisitazioni di Goku e Vegeta.

 

Tenshinhan

Confezione e Blister

La confezione è sempre molto compatta e in linea con le ultime uscite. Presenta infatti la nuova grafica a sfondo bianco che caratterizza il nuovo corso della linea (chiamiamola 2.0) che porta la serie a nuovi standard di qualità e dettaglio. Sul retro troviamo come sempre validi suggerimenti per le pose, estratti dalle scene famose della serie.

Una volta aperto, il blister ci svela tutti gli accessori, compresa la minifigure di Jaozi, l’inseparabile compagno di Tenshinhan, ed un supporto trasparente che serve per posizionarlo sulla figure di Nappa, uscita precedentemente nella linea S.H. Vi sono inoltre 3 volti alternativi e 7 mani da poter cambiare per riprodurre differenti pose e attacchi.

 

Struttura e Paint

La scultura del volto è di ottimo livello e riprende ottimamente lo stile caratteristico di Toriyama.

I dettagli sono ben delineati e assieme alle nuove giunture, mostrano un grande miglioramento rispetto al passato.

Essendo Ten a petto nudo, la figure è quasi interamente costituita da plastica “viva”. La politica della nuova linea sembra infatti quella di utilizzare meno colpi di aerografo, probabilmente per ottenere un’estetica più vicina all’anime. Fanno eccezione le gambe, a cui è stato applicato qualche tono di colore in più, per valorizzare le pieghe dei pantaloni. Anche Jaozi, pur nella sua semplicità, ha un paint ben definito e regolare.

 

Posabilità

Tenshinhan è un personaggio piuttosto massiccio e risulta stabile e ben proporzionato.

Le caviglie e il sistema di snodi delle ginocchia funzionano persino meglio che nel precedente modello di Yamcha, mostrando meno vuoti d’articolazione e permettendo un allineamento maggiormente efficace dei piedi. Ottime anche le articolazioni del tronco e delle spalle che permettono ampi movimenti delle braccia.

Le diverse tipologie di mani intercambiabili regalano una buona varietà di pose d’azione. Tenshinhan può riprodurre il Kikoho, la sua tecnica più letale, congiungendo l’apposito set di mani che presentano dei piccoli rilievi sulle dita per essere allineate più facilmente. Possiede inoltre un paio di mani “aperte” e un paio in posa”ad artiglio”; infine un ultima mano destra con cui simulare il colpo spirituale con cui, nella serie, Ten distrugge immediatamente il Saibamen di Nappa e Vegeta.

E’ palese che la figure si ispiri ad un determinato arco narrativo della serie, ovvero quello dell’arrivo dei Saiyan sulla Terra e con quest’ottica anche Jaozi è stato inserito con l’unico scopo di essere applicato sul dorso di Nappa, attraverso uno speciale perno trasparente. La sua unica articolazione, infatti, riguarda la rotazione della testa, per dare l’addio all’amico prima del suo attacco suicida.

Il set di volti di Tenshinhan, invece, include un volto urlante, perfetto per la maggior parte delle pose d’azione, un ghigno beffardo e un volto alterato. Questi ultimi due, però, ricordano molto le prime apparizioni del personaggio come nemico di Goku, piuttosto che il serio guerriero a cui siamo abituati nella serie Z.

Conclusioni

 

Tenshinhan appare splendidamente in forma ed è molto divertente da posizionare.

La figure ha un ottimo bilanciamento e non richiede particolari piedistalli per rimanere in posa. Peccato per Jaozi che, se non applicato su Nappa, risulta fondamentalmente inutile e avrebbe potuto essere maggiormente apprezzato in una posizione più neutrale: In piedi o svolazzante.

Personalmente, inoltre, avrei apprezzato qualche altra mano opzionale, per riprodurre colpi come la “Dodonpa”, la “Tecnica della Pallavolo”, ma visto che Bandai sta ricreando tutti gli archi più importanti di Dragonball, ho idea che in futuro potremmo vedere qualche versione alternativa di Ten (magari con la mezza veste verde che si è vista nel prototipo da fiera o con l’abito della serie Super) a cui affiancare uno Jaozi in posa neutra.

Tuttavia questa è una figure da non lasciarsi assolutamente scappare.

Dopo tante versioni di Goku e Vegeta si sentiva il bisogno di qualche nuovo personaggio e Tenshinhan era una lacuna assolutamente da colmare fra i guerrieri Z. Consigliatissimo.

Voto Finale: 8.5/10

La figure di Tenshinhan è già disponibile presso i rivenditori ad un prezzo indicativo di 85,00 €.

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...