Recensione: Aquaman (senza spoiler)

0
359

Dopo una lunga attesa la Dc Comics torna al cinema con il film del proprio universo esteso, ovvero Aquaman.

Il film solista di Aquaman è diretto da James Wan, dove troviamo ancora Jason Momoa ad interpretatre Arthur Curry / Aquaman, dopo averlo visto come uno dei protagonisti nel film della Justice Leaque.

Il film dura circa 2 ore e 23 minuti, dove conosceremo le origini del nostro eroe e successivamente si collocherà un’anno dopo le vicende del film Justice League.

L’Aquaman di Jason Momoa è uno spaccone e nello stesso tempo simpatico, per la prima volta lo troviamo slegato da altri supereroi così da poterci permettere di conoscerlo meglio e accompagnato da un’ottimo cast di personaggi comprimari tra cui la principessa Mera (Amber Heard), il fratellastro Orm (Patrick Wilson), Re Nereus (Dolph Lundgren), Nuidis Vulko (Willem Dafoe) e la regina di Atlantide Atlanna (Nicole Kidman).

Graficamente il film è qualcosa di superbo, ma non si sa mai dove ci si trova esattamente passando dal mondo subaqueo, al mondo terreno del deserto a quello della terra Siciliano senza un filo logico di connessione. I combattimenti sott’acqua sembrano quasi combattimenti spaziali copiati da qualche famosa saga.

I 2 villain sono la cosa più disastrosa del film, il fratellastro Orm è il solito classico cattivo che ha il solito complesso di inferiorità verso il fratello e vuole dimostrare di essere superiore spadroneggiando il potere da re che si ritrova. Per Black Manta stendiamo un velo pietoso, viene appena introdotto e resta giusto una macchiolina per tutto il film senza servire nulla allo scopo. Sinceramente gli avrei dato più peso e reso un poco più partecipe al film.

In conclusione vi possiamo dire che la DC Comics ha fatto dei passi in avanti rispetto ai precedenti film di questo universo condiviso, ma siamo ancora lontani dall’impresa di farlo diventare un capolavoro. Sicuramente al pubblico generalista piacerà un botto ma non possiamo sempre premiare un film perchè il protagonista maschile è il maschione di turno e il pubblico femminile deve guardare solo quello.

Alla fine del film ci sarà una scena post-credits a metà dei titoli di coda quindi non alzatevi se non volete perdervela.

Aquaman è disponibile nei cinema italiani da martedì 1 Gennaio 2019

VOTO: 7.5 / 10